NewsCistite, una infiammazione inconveniente:

08/10/2017 - 04h

La cistite è un'infiammazione della vescica, che può essere causata da una infezione o trauma. Essenzialmente per ragioni anatomiche, è molto comune nelle donne.

Scopri come evitare e trattare questo disturbo e disagio.

Quasi tutte le infezioni che raggiungono la vescica sono dovute a batteri che penetrano nell'uretra, che si estendono dall'ano alla vagina, cosi infiamma la vescica.

Se l'infezione inizia dalla vescica ai reni e causa la pielonefrite, può esserci un dolore che lo sente irradiare verso i fianchi. Se si ha la febbre, si può anche verificare nausea e vomito. L'urina che va dal giallo all'arancio, anche con un odore molto forte, non significa che ci sia la infezione.

Questo può accadere solo perché non bevi abbastanza liquidi o si può essere disidratati a causa di vomito o sudorazione pesante. Può anche essere causato da cibi che sovrasta, come gli asparagi, che causano una variazione del colore delle urine. Se si ha una sensazione di bruciore, quando si va in bagno, questo può significare un uretrite, cioè un'infiammazione dell'uretra; ma se è accompagnata da un dolore forte, quasi sempre è peggiore quando finisci di urinare, allora è la cistite.

Le pareti infiammate della vescica contraggono per espellere le ultime gocce d'urina e quindi stringono i tessuti infiammati. La cistite è molto comune, fastidiosa e sconveniente, ma non mette in pericolo la salute in generale. La maggior parte delle donne soffrono di questa inconveniente infiammazione in qualsiasi momento della loro vita, essendo particolarmente frequenti durante la gravidanza, soprattutto nei primi mesi.

La gravidanza è un fattore predisponente, non perché le infezioni sono più comuni, ma perché l'uretra si rilassa sotto l'influenza del progesterone. In una fase precedente della gravidanza, la pressione dell'utero può causare una residua quantità di urina che rimanere nella vescica dopo la minzione. Questa urina stagnante può facilitare la moltiplicazione dei batteri.

Quale sarebbe la causa?  

L'organismo più comune che causa l'infezione è Escherichi coli, un batterio che normalmente vive nell'intestino e intorno all'ano, senza causare problemi. I batteri si diffondono dal retto al perineo e fino all'uretra femminile - molto più corta dell'ufficio uretrale maschile - alla vescica.

Un trauma meccanico, come un atto sessuale stressante, è un'altra causa comune della cistite - per questo si chiama "cistite da luna di miele". L'uso di collant in nylon e jeans stretti è anche una causa di cistite a causa della pressione sull'uretra.

Nelle donne anziane, il prolasso della parete vaginale, che provoca un ceppo sull'uretra, può essere associato a cistite, a causa di un basso flusso urinario e di eventuali infezioni ascendenti. A volte l'introduzione di antisettici in acqua di bagno o l'eccesso di deodoranti vaginali può portare a cistite, come le docce vaginali.

Poiché le donne invecchiano e raggiungono la menopausa, la diminuzione degli ormoni femminili - estrogeno e progesterone - può causare la perdita della resistenza, portando ad una specie di cistite specifico della menopausa , senza rendersi conto del perché. Contrariamente alla credenza popolare, la mancanza di igiene da solo non provoca cistite, a meno che non esista un altro fattore predisponente, anche se deve essere sempre pulito nella direzione vagina-anus.

Finché eliminate una sufficiente quantità di urina, bevete molta acqua, è quasi impossibile avere una cistite in una vescica sana.

Tags
Cistiteinfiammazioneurinaacquagravidanza